Il Fantasma del castello di Sannicandro - Sannicandro di Bari

In provincia di Bari, a Sannicandro, sorge un’imponente fortezza composta di due parti distinte, che in epoche differenti, sono state inserite l’una dentro l’altra. Il maniero, fu edificato su un avamposto fortificato preesistente durante la dominazione normanna, e, fu rimaneggiato successivamente durante il regno di Federico II di Svevia. All’interno delle solide mura, come spesso accade, una tragedia d’amore lega indissolubilmente un fantasma a questa costruzione, che, si dice obbligato a vagare senza pace alcuna. Si tratterebbe dello spettro di una giovane donna, Mencia che, verso il 1540 si tolse la vita dopo che il suo grande amore, un ufficiale spagnolo, fu impiccato davanti ai suoi occhi. I due innamorati per coronare il loro sogno decisero di fuggire, ma non avendo denaro a disposizione, Mencia fu costretta, suo malgrado, a sottrarlo a un nobiluomo della zona. Dopo la loro cattura, e la punizione capitale dell’ufficiale spagnolo, la giovane donna, fu obbligata ad andare in sposa a un uomo tanto ricco quanto malvagio. Il dolore per la perdita del vero amore, unita all’orrore di un matrimonio forzato, fece sì che la donna ponesse fine alla sua vita, avvelenandosi. Da quel giorno pare che lo spettro di Mencia vaghi per le sale del castello; chi la scorsa dice che, ella, indossi abiti eleganti e che sul viso spiccano delle orbite prive di bulbi oculari. Per questo, singolare particolare, lei è anche chiamata la dama senz’occhi.

Foto Wikipedia di Paolo_Monti - Sannicandro 1970

Commenti

Post popolari in questo blog

Accademia delle Arti Magiche - Torino

Ca’ de Anime: Voltri

La Storia di "Giraffa": una donna genovese, dalla vita tumultuosa